FARE SCUOLA – Progetto con la scuola dell’infanzia e la scuola primaria mette in dialogo la Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi con Enel Cuore Onlus con l’intento di migliorare la qualità degli ambienti scolastici – intesi come contesti d’apprendimento e luoghi di relazione – intervenendo in scuole dell’infanzia e primarie in tutto il territorio nazionale.

NEWS

Genova – Una stanza verde sul tetto della scuola

Il progetto Una stanza verde sul tetto della scuola proposto dallo studio dell’architetto Valter Scelsi, immagina la possibilità di creare uno scenario aperto e mutevole, a metà tra architettura e paesaggio, affacciato alla continua trasformazione della scena naturale. La ripartizione degli spazi, l’importanza data agli elementi vegetali che si sviluppano autonomamente e la collocazione di diversi dispositivi favoriscono nuove interpretazioni del tetto. E’ progettata un’aula a cielo aperto ombreggiata da rampicanti e dotata di aperture che la mettono in costante relazione, anche visiva, con gli spazi circostanti e con l’orto pensile.
Inoltre è previsto, nella Scuola Primaria al terzo piano, un secondo luogo di intervento nell’ambiente che ospita i servizi igienici, che è ridisegnato come estensione delle attività didattiche, valorizzando la presenza dell’acqua e del colore.
L’elemento acqua unisce entrambi i progetti.

Il progetto viene proposto, presentato e discusso in diversi momenti, sia in videoconferenza che in incontri situati nella scuola stessa con i diversi soggetti Istituzionali interessati.

Il 26 luglio è iniziato il cantiere.

Catania – Giardino delle possibilità

Il progetto ridefinisce l’area all’aperto, caratterizzata da una forte pressione solare, con l’intento di renderla fruibile da un punto di vista didattico. Tale spazio, antistante le sezioni della scuola dell’infanzia, si pone in uno stretto dialogo tra interno ed esterno.
Si prevede la realizzazione di un pergolato in acciaio colorato, su cui poggiano diversi elementi di copertura, che generano ombra creando una texture che suggerisce l’area di attività dei bambini con la possibilità di ampie sedute in cemento colorato.
E’ inoltre prevista la piantumazione di diverse specie vegetali a scopo ornamentale e, in alcuni casi, atta a creare ulteriori zone d’ombra.

Il progetto viene proposto, presentato e discusso in diversi momenti, sia in videoconferenza che in incontri situati nella scuola stessa con i diversi soggetti Istituzionali interessati.

A luglio 2016  si è avviato il cantiere con l’impresa in dialogo con i progettisti e i referenti  di FARE SCUOLA e la fine dei lavori è prevista entro l’avvio dell’anno scolastico.

Portoscuso – Scuola Primaria Via Nuoro

Matera – Imparare in una gravina verde

Il progetto di gambardellarchitetti è stato notevolmente ispirato dalla presenza dei Sassi, Patrimonio Unesco, che costituiscono l’antico centro storico della città. Si è scelto di intervenire con un’opera di allestimento che ridefinisca, in una visione coerente, tre spazi: il corridoio, inteso come possibile luogo di apprendimento; uno spazio di laboratorio materico-digitale multifunzionale; infine uno spazio creativo dedicato ad attività di piccolo gruppo, progettato per favorire anche l’accoglienza di bambini con diritti speciali.

Il progetto viene presentato e condiviso il 20 aprile 2016 alla Dirigente scolastica e al gruppo delle insegnanti.

Il cantiere ha preso avvio il 26 luglio.

 

Livorno – Fare scuola nella musica

Il progetto è stato ideato dall’Ufficio Tecnico, in collaborazione con il team pedagogico del Comune di Livorno e l’Associazione culturale Casa dell’artista La Ruota che sviluppa progetti intorno al teatro musicale.  E’ prevista la realizzazione di un atelier della musica, di strumenti a percussione che i bambini potranno suonare, di uno strumento per giocare a distanza con la voce e l’ideazione di una vera e propria stanza sonora a cielo aperto.

Verranno inoltre attuati interventi di sostenibilità dell’area verde: sarà infatti realizzato un impianto di irrigazione, con serbatoio di raccolta delle acque piovane e un’area ortiva in cui i bambini potranno seminare, piantare e seguire la crescita di piccole piante. Verrà migliorato anche il comfort interno delle sezioni mediante l’installazione di tende ombreggianti.

Il cantiere ha preso avvio il 14 luglio.

 

Palermo – Piazza delle parole

Il progetto che prende il nome di Piazza delle parole, ideato da Francesco Librizzi Studio, interessa due aree interne all’edificio della Scuola Primaria Padre Puglisi: il lungo corridoio e il salone principale. E’ prevista la valorizzazione di queste aree, non più intese solo come zone di passaggio, ma come luoghi di relazione, informazione, scambio e scoperta mediante il collocamento di nuovi arredi e la creazione di un teatro/auditorium e di una biblioteca/libreria.

Il progetto viene presentato e condiviso con la dirigenza dell’Istituto Comprensivo, referenti dell’Amministrazione Comunale e il gruppo delle insegnanti.

Napoli – Imparare dal Mediterraneo

Il progetto di gambardellaarchietti  propone di valorizzare quei luoghi che venivano percepiti come grandi spazi vuoti e di passaggio, come l’atrio della scuola dell’infanzia, quello della scuola primaria e il corridoio che raccorda i due gradi di scuola. Lo scopo è di connettere questi luoghi in modo che siano capaci di ricoprire molteplici funzioni: espositiva, allestitiva e laboratoriale.

Il progetto viene presentato e condiviso con la Dirigenza dell’Istituto Comprensivo, referenti dell’Amministrazione Comunale e il gruppo delle insegnanti.

Il cantiere ha preso avvio in agosto.

 

Reggio Calabria – Scuola Primaria Archi

Scuola Primaria Archi, Istituto Comprensivo Falcomatà, Reggio Calabria 

Carbonia – Scuola dell’Infanzia

Scuola dell’Infanzia, Istituto Comprensivo Don Lorenzo Milani, Carbonia

Cagliari – Scuola dell’Infanzia Statale Paulo Freire

Scuola dell’Infanzia Statale Paulo Freire – Istituto Comprensivo Randaccio-Tuveri-Don Milani, Cagliari