FARE SCUOLA – Progetto con la scuola dell’infanzia e la scuola primaria mette in dialogo la Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi con Enel Cuore Onlus con l’intento di migliorare la qualità degli ambienti scolastici – intesi come contesti d’apprendimento e luoghi di relazione – intervenendo in scuole dell’infanzia e primarie in tutto il territorio nazionale.

NEWS

Progetto F.A.R.E. – Verso un’architettura dell’educazione

Mercoledì 6 novembre 2019 apertura al pubblico dei nuovi Edulab1 ed Edulab2, gli spazi dedicati alle attività educative del museo MAXXI di Roma, ripensati come luoghi flessibili e dinamici grazie al progetto F.A.R.E. – Verso un’architettura dell’educazione. 

F.A.R.E. – Verso un’architettura dell’educazione nasce nell’ambito del progetto FARE SCUOLA e ha visto collaborare Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, Fondazione MAXXI e Enel Cuore Onlus.

Mercoledì 6 novembre 2019
Ore 16.30
Sala Carlo Scarpa – MAXXI  Museo nazionale delle arti del XXI secolo. Roma

Ingresso libero

 

 

FARE SCUOLA in process – Napoli

Il 21 e 22 giugno 2019 Napoli ha ospitato FARE SCUOLA in process… due giornate di formazione dedicate alle insegnanti delle scuole dell’infanzia e primarie provenienti da tutto il territorio nazionale coinvolte progetto FARE SCUOLA promosso da Fondazione Reggio Children e Enel Cuore Onlus.

Sono state giornate di scambio per la condivisione e la trasmissione del sapere e di dialogo per contribuire al più ampio progetto educativo che si realizza nella scuola.  Una esperienza che ha permesso loro di ripensare e connettere differenti spazi in relazione tra loro, capire come sono abitati i luoghi degli interventi e rispondere alle nuove sfide che si prospettano tra tecnologie digitali e innovazioni. 

Camerino – Scuola dell’Infanzia D. Ortolani, I.C. Ugo Betti

La città di Camerinom a seguito del terremoto del 24 agosto 2016, ha riportato numerosi danni a tutti i principali edifici pubblici. Dopo due mesi, quando lo sciame sismico sembrava essersi attenuato, la sera del 26 ottobre una nuova violentissima scossa ha causato crolli diffusi e seri danneggiamenti a quasi tutti gli edifici del centro storico.

Nelle immediate vicinanze del centro storico di Camerino, la Scuola dell’Infanzia “D.Ortolani” è una struttura che ospita circa 100 bambini: attualmente accoglie due scuole dell’infanzia e necessita di ulteriori spazi disponibili per attività di gioco e didattica con i bambini. Presenta ampi spazi verdi esterni ed una appena sufficiente capienza edilizia. Al momento all’interno della scuola sono ospitati anche i bambini della scuola dell’infanzia “L’Aquilone”, per cui la difficoltà è corrispondere alle esigenze dei tanti bambini presenti nella scuola.

fare scuola fare scuola

Camerino – Scuola Primaria Salvo D’Acquisto, I.C. Ugo Betti

Situata nella città di Camerino in provincia di Macerata, zona colpita da violente scosse di terremoto nel 2016, la Scuola primaria “Salvo D’Acquisto” è una struttura che ospita 250 ragazzi in 15 classi, ed è stata realizzata seguendo le più recenti normative antisismiche e dotata di dissipatori per garantire la massima sicurezza possibile.
Attualmente accoglie due scuole primarie (di cui una a tempo pieno) utilizzando tutti gli spazi
disponibili, anche quelli precedentemente progettati come laboratori.
Cerca di offrire il più possibile servizi adeguati alla situazione reale, impegnandosi a dare risposte
alle esigenze delle varie tipologie di alunni e di famiglie.

fare scuola fare scuola

Prato – Scuola primaria statale Don Milani, I. C. Don Milani

L’edificio scolastico è collocato all’interno del quartiere di edilizia popolare “Gescal”, sorto alla periferia industriale di Prato. L’agglomerato è a sé stante, con una propria parrocchia, enti socio-culturali ed esercizi commerciali. Negli anni ’70 fu decisa la costruzione di una nuova scuola all’interno del quartiere, l’istituto “Don Milani” che, già con la scelta della sua intitolazione, esprime una precisa vocazione all’inclusione e alla promozione sociale e culturale, prima degli immigrati interni e poi, dalla fine degli anni ’90, degli stranieri provenienti particolarmente dalla Cina. 

L’edificio ospita al suo interno la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado, una piscina e una palestra e si distribuisce su tre piani fuori terra con uno sviluppo planimetrico complesso. La Dirigente Scolastica ha avviato l’anno scorso un processo di riorganizzazione degli spazi interni spostando gli uffici amministrativi e le segreterie al piano terra e liberando alcune stanze nel corpo centrale dell’edificio con l’obiettivo di realizzare dei laboratori. 

fare scuola fare scuola

Sesto San Giovanni – Scuola primaria statale Luini, I. C. Anna Frank

Il plesso scolastico Luini si trova in un quartiere periferico di Sesto San Giovanni accanto all’ex area industriale Falck. Il quartiere è principalmente residenziale, lambito dalla tangenziale nord di Milano e non presenta alcun luogo di aggregazione giovanile a parte il centro commerciale.

Il plesso scolastico è stato costruito nel 1963 e si sviluppa su tre piani che originariamente ospitavano la scuola dell’infanzia al piano terra, la scuola primaria al primo piano (da dove si accede alla scuola) e la scuola secondaria di primo grado al secondo piano. Da qualche anno la scuola secondaria di primo grado non è più presente e le aule lasciate libere sono state abitate con alcuni laboratori. La scuola è circondata da un grande parco allestito con alcuni tavoli e, nell’area di pertinenza della scuola dell’infanzia, alcuni giochi di movimento. 

fare scuola fare scuola

Palermo – Scuola primaria statale Scipione di Castro, I. C. Colozza – Bonfiglio

Il plesso della Scuola Primaria fa parte di un piccolo polo scolastico che comprende una palestra, la scuola dell’infanzia e la primaria stessa, ubicato nel quartiere della Zisa, una zona abbastanza isolata dal resto della città e in cui il tasso di evasione scolastica è molto alto e il lavoro e la delinquenza minorile sono diffusi. La scuola primaria, recentemente ristrutturata a livello di impianto elettrico, infissi esterni e tinteggiatura, si sviluppa su due piani intorno ad un atrio centrale a doppio volume, su cui si affacciano le aule scolastiche. Tutte le aule hanno quindi la possibilità di comunicare con l’esterno; quelle al piano terra si affacciano sul cortile sul retro, e quelle al primo piano sono dotate di piccoli balconcini. 

Fare Scuola Palermo

Ferrara – Scuola primaria Mario Poledrelli, I. C. Corrado Govoni

L’Istituto Comprensivo “Corrado Govoni” di Ferrara include le Scuole Primarie, situate a pochi passi dalla stazione e dal centro storico.

L’edificio scolastico, di proprietà del comune di Ferrara, è stato costruito nel 1928 e fu progettato dall’ingegnere Girolamo Savonuzzi.

Attualmente la scuola ha 9 aule (di cui 6 attrezzate con LIM), una palestra, un laboratorio di informatica con LIM, una biblioteca alunni, un salone polifunzionale al primo piano, una grande mensa e un ampio cortile alberato. Sono presenti, inoltre, un’aula per il pre e post-scuola, un’aula attrezzata per attività di lingua italiana per stranieri e un’aula per le attività alternative alla religione cattolica, poiché da qualche anno la scuola accoglie alunni di culture diverse le cui famiglie risiedono nelle immediate vicinanze del plesso, un quartiere multietnico.

La criticità più evidente è relativa al progressivo abbandono della scuola da parte degli alunni italiani, ma anche stranieri di seconda generazione.

Cittareale – Scuola dell’Infanzia Benedetto Barberi, I. O. Amatrice

La scuola di Cittareale è una struttura in legno, finanziata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Unicoop Firenze, Confederazione Nazionale Misericordie d’Italia e consegnata alla comunità nei primi di novembre 2016.

Pensata per 40 alunni, è composta da due aule – una per la pluriclasse della scuola primaria e una per la sezione della scuola dell’infanzia, una zona pranzo, un archivio, un laboratorio di informatica e un’aula adibita a segreteria. E’ stata collocata in Località Pallottini in seguito alle scosse sismiche del 2016 insieme a tutti gli altri servizi presenti nel Comune di Cittareale. La scuola, dopo gli eventi sismici, ha ricevuto tantissime donazioni di materiali scolastici, libri, giochi da tavolo e giocattoli che sono attualmente riposti in librerie e contenitori collocati lungo le pareti di tutto l’edificio. Costituiscono di fatto una seconda pelle dei muri dell’edificio interno.

Capitignano – Scuola dell’Infanzia Capitignano – I.C. Don Lorenzo Milani

Capitignano è un comune italiano di 668 abitanti della provincia dell’Aquila, in Abruzzo, e fa parte della comunità montana Amiternina. Parte del territorio del Comune rientra nel territorio del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, costituendone di fatto una delle porte di accesso nella sua parte nord-occidentale.

La scuola dell’Infanzia si trova nel centro del paese di Capitignano, in provincia dell’Aquila, e si affaccia sulla Chiesa di San Flaviano. Ricostruito a seguito del terremoto del 2009, il nuovo plesso è stato inaugurato nel settembre 2017 ed è costruito in cemento armato e legno. Nella Scuola è presente una sola sezione con 20 bambini.

fare scuola