Le esperienze con FARE SCUOLA: Magliano Alfieri

Fare Scuola Magliano Alfieri Federico Eusebio

“In una zona pianeggiante della parte bassa di Magliano Alfieri, in provincia di Cuneo, inserita in uno splendido paesaggio collinare, sorge la scuola primaria “Federico Eusebio”, una struttura d’inizio ‘900 che ha subito diverse ristrutturazioni e ampliamenti per poter accogliere gli alunni sempre più numerosi. Dalle finestre delle aule si vede in cima alla collina il Castello, che simboleggia il paese e lo rende individuabile da lontano. Tra la scuola e il territorio esiste un forte legame

Le esperienze con FARE SCUOLA: Matera

Il progetto Fare Scuola è un segnale evidente di come tutto si evolva in fretta. Fare Scuola, Matera, Primaria Padre MinozziNella Scuola dell’Infanzia e Primaria Padre Minozzi di Matera, dove c’era un grande salone adibito al collegio docenti, ora ci sono un atelier per i lavori di gruppo, espositori alle pareti e attrezzature tecnologiche per le attività digitali. I bambini stanno attorno al tavolo esagonale e, quando i posti non bastano, usano i piani d’appoggio laterali facendosi largo tra i materiali di recupero accumulati dalle maestre. Ci vuole tempo perché

Le esperienze con FARE SCUOLA: Isorelle

Fai fatica a trovarla, la scuola. Scendendo dalla strada principale che segue il torrente Scrivia, ciò che colpisce è il verde sintetico del nuovo campo da calcio, circondato da grandi caseggiati che portano i segni del tempo. Anche la primaria De Ferrari aveva vissuto momenti migliori. Poi, come tutta la frazione di Isorelle, pugno di case, industrie e attività commerciali alla periferia di Savignone (Ge), ha sofferto gli anni della crisi economica, rischiando seriamente di chiudere a causa di una drastica riduzione di iscrizioni. Da qualche tempo, però, il vento pare cambiato. I bambini stanno tornando, perché di quello che sta accedendo qui si parl

Le esperienze con FARE SCUOLA: Taranto

Un giorno, i bambini della  del quartiere Paolo VI hanno scritto su una manciata di fogli bianchi i primi diritti che veScuola Falcone, Taranto, Fare Scuolanivano loro in mente, quelli che ritenevano essere i diritti fondamentali che ogni scuola – ogni città, ogni paese – dovrebbe rendere visibili, far toccare, afferrare, modellare con le mani. Quei fogli, scritti a stampatello e corredati da disegni colorati, sono poi stati raccolti dai maestri e appesi nel corridoio della scuola. Così chiunque ha potuto leggere che i bambini hanno il diritto ad avere le scarpe chiuse, così non si fanno male. I bambini hanno il diritto di costruire una casa sull’albero. Il diritto ad andare allo scivolo e ad avere un parco. Il diritto di togliere i mafiosi, i cattivi. Il diritto di ascoltare e essere ascoltati. Il diritto di parola quando parlano i grandi. Il diritto ad avere banchi più lunghi e più larghi. Il diritto ad

Le esperienze con FARE SCUOLA: Verbania e LABolla

A Verbania c’è una scuola vicino al lago dove i bambini si sporcano le mani. Le usano per mettere a dimora le piantine nell’orto che si vede nel cortile interno, dalle finestre delle aule. Manipolano l’argilla che diventerà ceramica. Creano composizioni con i materiali di scarto usando carta, nastri, bottoni, ritagli di stoffa e pezzi di plastica o metallo. Impastano acqua e farina per fare il pane o la pasta, pasticciano con il cacao e il cioccolato. Si sporcano le mani e sono felici di farlo. Ancora di più da quando è arrivata una novità che chiamano LABolla. Da ottobre del 2016, infatti, alla primaria Maria Peron è presente un laboratorio scientifico del cibo, attivato nell’ambito del progetto Fare Scuola, realizzato da Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi e Enel Cuore Onlus.